Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

Seleziona una pagina:
Altre Info
Read More
VILLA B#1 VILLA B#1 VILLA B#1 VILLA B#1 VILLA B#1 VILLA B#1

VILLA B#1

INTERVENTO:
Ristrutturazione e arredo di villa sul mare
LUOGO:
Sardegna, Italia
ANNO:
2012
COMMITTENTE:
Privato
DIMENSIONE:
450 mq (ville)
STATO:
Completato
TEAM:
F+P

PIU’ INFO

“L’ipotesi progettuale fu quella di porsi fin dall’inizio in sottotono rispetto all’ambiente, cercando di non modificarlo ma di adattarvisi (…).
Abbiamo rispettato qualche semplice principio perchè il prodotto del nostro progettare fosse il più possibile mimetico.
Abbiamo scomposto i volumi nei quali normalmente si identificano le principali funzioni in piccoli elementi e li abbiamo distribuiti in modo sfalsato, intervallandoli con zone verdi in modo che fosse facile alla vegetazione aggredirli e nasconderli. (…)
I materiali dovevano presentare convincenti qualità mimetiche e dovevano garantire una continuità del loro mimetismo o meglio una sua esaltazione nel tempo e non uno scadimento. Ci preoccupammo quindi della loro attitudine a mutare invecchiando, e delle diverse facce che avrebbero presentato durante i vari stadi della loro trasformazione. Per le strutture leggere in vista fu scelto l’acciaio corten in quanto l’aggressione di agenti atmosferici lo portano al suo stato di stabilità, cioè di inossidabilità, proprio attraverso un processo di ossidazione (sembra un paradosso!).
Fu scelto il legno di iroko per la stessa e a maggior ragione. Per gli elementi strutturali più importanti e per l’intera scocca di tutti i volumi fu scelto il cemento. Questa pietra artificiale infatti, inglobando inerti ricavati dalla frantumazione di rocce locali si sarebbe integrata quasi con una sua logica geologica nel contesto roccioso dell’ambiente.” Ferdinando Fagnola, Domus, marzo 1984.
Raramente si ha l’occasione di restaurare un’architettura del XX secolo lavorando a quattro mani con il progettista originario. La sfida è stata quella di adattare l’abitazione alle esigenze di un nuovo proprietario e di aggiornarla tecnologicamente senza rendere intrusive le nuove componenti impiantistiche.